Prof. ENRICO CAROCCI

QualificaProfessore Associato
Settore Scientifico DisciplinareL-ART/06
Telefono0657334098
Cellulare aziendale81815
Emailenrico.carocci@uniroma3.it
IndirizzoVia Ostiense 234
Stanza1.16.B
Struttura/Afferenza
  • Dipartimento di Filosofia, Comunicazione e Spettacolo
Altre informazioniSito web personale
Curriculum
Qualora le informazioni riportate a lato risultino assenti, incomplete o errate leggi le seguenti istruzioni
Per telefonare da un edificio dell'Ateneo all'altro SE il numero unico inizia con "06 5733xxxx" basta comporre le ultime quattro cifre del numero esteso.

Profilo INSEGNAMENTI Prodotti della ricerca Avvisi Ricevimento e materiale didattico

Profilo

Titoli e cariche

Enrico Carocci è Professore Associato in studi di cinema e media s.s.d. L-ART/06 (“Cinema, fotografia e televisione”) all’Università Roma Tre. Presso lo stesso Ateneo, dopo aver ottenuto un Dottorato in cinema (“Il cinema nelle sue interrelazioni con il teatro e le altre arti”, XVIII ciclo), è stato docente a contratto e poi Ricercatore nel periodo 2008-2014. Nel 2018 ha ottenuto l’Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore di Prima Fascia per il settore L-ART/06 (Area 10/C1).

Didattica

La sua attività didattica si svolge presso il Corso di Laurea in Discipline delle Arti, della Musica e dello Spettacolo (dal 2008-2009) dove ha insegnato Storia del Cinema, Tendenze del Cinema Contemporaneo e, tuttora, Estetica del Cinema e dei Media; e presso il Corso di Laurea Magistrale in Cinema, Televisione e Produzione Multimediale (dal 2009-2010), dove ha insegnato Teorie dell’immagine, Teorie del Cinema e del Film e, tuttora, Interpretazione e Analisi del Film.

Ricerca

Le sue attività di ricerca riguardano prevalentemente due ambiti, quello della teoria del cinema e dei media e quello dell’analisi del film e del testo audiovisivo. Per ciò che riguarda il primo, si occupa da anni di teoria dell’emozione, con particolare attenzione agli intrecci tra gli ambiti dell’estetica del cinema, degli studi sulla spettatorialità e delle scienze della mente. Si è occupato anche di questioni teoriche relative al cinema e i media alla svolta del XXI secolo, al cinema postmoderno e alle narrazioni complesse nel cinema contemporaneo. Per ciò che riguarda il secondo ambito, si è concentrato prevalentemente sul cinema americano ed europeo del secondo dopoguerra e sul cinema americano e italiano contemporaneo, sempre con particolare attenzione alle relazioni tra analisi testuale, implicazioni teoriche e contesti storico-culturali.