Prix Italia – Rai e Università Roma Tre. Gli studenti raccontano Roma al mondo del broadcasting internazionale.

Martedì 14 maggio alle 11, in AULA PARCO al DAMS via Ostiense 139, si svolgerà l’incontro di presentazione del progetto RAI PRIX ITALIA YLab (Young Laboratory). Partecipano Karina Laterza (Segretario Generale del Prix Italia), Nadia Kerwat (Responsabile del progetto) e Antonella Gaetani (Prix Italia). Per Roma Tre partecipano la prof.ssa Marta Perrotta (referente per l’Università Roma Tre) e la prof.ssa Elisa Giomi.

COS’E’ il PRIX ITALIA

Il Prix Italia, organizzato dalla Rai e giunto alla sua 71° edizione, è il più antico concorso radiotelevisivo internazionale per programmi di qualità radio, tv e internet. Al Prix partecipano broadcaster nazionali di tutti i paesi del mondo, per incontrarsi e confrontarsi professionalmente sulla qualità dei programmi e approfondire temi legati al mondo dei media e alla attualità attraverso gruppi di lavoro internazionali e workshop aperti al pubblico.

I NUMERI DEL PRIX

Nel 2018 sono stati 248 i programmi in concorso, provenienti da 48 broadcaster membri, in rappresentanza di 34 Paesi.

IL TEMA DI QUEST’ANNO

Quest’anno il Concorso avrà luogo a Roma dal 23 al 28 settembre con il tema “Celebrating Diversity”. 

COS’E’ YLab

Nel contesto di questa manifestazione internazionale si terranno workshop, conferenze e la piattaforma educativa Young Laboratory, detto “YLab”, pensata per studenti e studentesse delle università La Sapienza, Tor Vergata e Roma Tre, con l’obiettivo di promuovere il confronto tra i giovani e la platea di esperti internazionali, invitandoli a partecipare attivamente al dibattito anche con la proposta di loro progetti multimediali. Il titolo di YLab quest’anno è “Roma e il suo territorio” intendendo per esteso anche il territorio laziale.

COME PARTECIPARE

Gli studenti e le studentesse sono invitati a presentare una pillola di un minuto e mezzo, sonora o audiovisiva, in formato mp4, che racconti un aspetto di Roma e del suo territorio. Non ci sono vincoli di luogo, linguaggio, modalità. RAI si aspetta un punto di vista originale, un racconto personale. Gli audio e i video elaborati, da realizzare entro il 30 giugno 2019, avranno la funzione di presentare Roma e i romani ai broadcaster internazionali e saranno inviati ai loro membri in avvicinamento all’evento, e successivamente inseriti sul sito. Saranno inoltre diffusi in un’apposita sessione durante la manifestazione.

SELEZIONE E PUBBLICAZIONE DEI MATERIALI

RAI ha coinvolto le principali Università romane per creare consenso culturale e partecipazione attorno al Concorso e quindi, di ritorno, anche al marchio RAI, al fine di contribuire, in qualità di concessionaria del servizio pubblico radiotelevisivo, alla diffusione della cultura digitale nelle Università a sostegno del sistema Paese.

L’Università selezionerà, tramite i propri docenti, e a sua esclusiva cura e responsabilità, gli studenti e i relativi prodotti che prenderanno parte ad YLab e comunicherà alla RAI (Prix Italia) gli audio e i video scelti e i dati personali (nome, cognome, numero telefonico ed email) degli stessi studenti e dei docenti che hanno partecipato alla selezione.

La RAI provvederà a pubblicare i prodotti ricevuti e selezionati per il progetto dall’Università sul proprio sito internet www.prixitalia.rai.it/ i quali potranno essere, altresì, previa ricezione delle liberatorie e informative, presentati e proiettati al pubblico nell’ambito della manifestazione o in collegamento con essa.

Resta inteso che, tuttavia, non vi è alcun obbligo per la RAI di pubblicare o diffondere i prodotti e che è rimessa alla discrezionale valutazione della RAI stabilire se e quali elaborati pubblicare o diffondere.

DIETRO LE QUINTE DEL PRIX – CALL TO ACTION

Oltre alla produzione di materiali audio-video, YLab prevede anche la possibilità per gli studenti e le studentesse di partecipare al Prix collaborando in varie forme durante i giorni della manifestazione:

  • Contribuendo al racconto in diretta del Prix attraverso i social coordinati da Tutor RAI nell’ambito della YLab newsroom;
  • Affiancando il lavoro dello staff nelle giurie e con gli ospiti internazionali.

Si tratta di un’occasione incredibile per chi vuole lavorare in questo settore e si vuole occupare di produzioni audiovisive e multimediali, con l’opportunità di incontrare professionisti di tutto il mondo, fare networking, assistere a screening e proiezioni altrimenti inaccessibili.

Pertanto si invitano studenti e studentesse appassionati di videomaking, televisione, radio e comunicazione digitale e interessati a un’esperienza immersiva nell’Olimpo del broadcasting internazionale a presenziare l’incontro e a candidarsi attraverso questo form.

La prof.ssa Marta Perrotta, direttrice di Roma Tre Radio e docente di Media Digitali e Culture e Formati della Tv e della Radio è la referente per l’Università Roma Tre del progetto  RAI Prix Italia YLab Università Roma Tre. A lei dovranno essere inviati entro il 30 giugno i lavori da presentare. L’indirizzo è marta.perrotta@uniroma3.it

I commenti sono chiusi.